Aces Games annuncia per il 2021 la pubblicazione di Unglorious, Gioco di Ruolo fantasy incentrato sulla non-morte in chiave umoristica e paradossale

Ispiratosi alle atmosfere delle opere di Tim Burton e alla saga videoludica di Medievil, Unglorious farà vestire ai giocatori i panni di persone morte per fato avverso o palese idiozia nelle maniere più ingloriose. La loro dipartita non sarà la fine, bensì l’inizio di una nuova avventura che li condurrà immediatamente nell’Orto in forma di morti-viventi. L’Orto è una dimensione bizzarra e contorta dominata dalla burocrazia. Tra timbri, scartoffie e funzionari svogliati, il GdR catapulterà i personaggi in situazioni kafkiane.

Gli eroi di Unglorious

I non-morti saranno suddivisi in tre categorie, correlate a particolari circostanze di decesso: Secchi, Molli e Ventosi.

  • Diventeranno Secchi i defunti senza degna sepoltura che, liberi dall’impaccio di membra e organi, potranno seguire la Via dell’Osso Sacro. Grazie a un corpo scheletrico smontabile e ricomponibile a piacimento, questi potranno esibirsi in passi di danza arditi e mortali.
  • I Molli, sepolti per caso o volontà in territori consacrati, conserveranno nell’Orto tutto il flaccidume corporeo. I più forzuti potranno seguire la Via della Carnefrolla e i più marci quella del Pustolente, mentre i più ospitali con insetti e parassiti potranno comandarli seguendo la Via dello Sciamorto.
  • I Ventosi, dalla forma eterea, rappresenteranno coloro il cui corpo è stato disintegrato. La Via dell’Ectomorfo consentirà  di passare attraverso gli oggetti e plasmare la propria presenza, i più dispettosi potranno seguire quella del Poltergheist, per mandare in frantumi oggetti e giocare con l’ambiente circostante. Infine, i più teatrali, potranno impossessarsi  di altre creature con la Via dell’Infestatore.

L’ambientazione

L’Orto è un crocevia tra il mondo dei vivi e gli aldilà.  Chi vi giunge, ha lasciato conti in sospeso nel mondo terreno o cerca di guadagnare l’accesso agli Aldilà più ambiti. I Necro-amanti  hanno, in passato  richiamato  tutti i non-morti più temibili per scagliarli contro i vivi e ora, nell’Orto, rimangono solo i più babbei. Attraverso un certificato gli abitanti dell’Orto potranno spostarsi nel mondo dei vivi e viceversa

Gli aldilà presenti sono molteplici , dal più infimo al più mitico, tra i quali: l’Inferno, l’Ospizio dei morti e il Valhalla. I personaggi possono uscire indenni dalla maggior parte delle situazioni che sarebbero fatali a qualsiasi essere vivente, ma in particolari circostanze andranno incontro ad una seconda e definitiva dipartita che costerà il definitivo soggiorno nell’aldilà assegnato d’ufficio dal Centro di smistamento.

Il sistema di gioco

La scheda del personaggio, priva di caratteristiche, ha come unico valore numerico i Punti anima. La spesa di questi punti, l’energia vitale conservata dal non morto, incrementerà il successo delle azioni di gioco, decretate dal tiro di un d10. Che il tiro di dado sia favorevole o meno al giocatore, sarà egli stesso a inventare e descrivere lo svolgimento dell’azione. Queste regole sono state pensate per rendere il gioco più immediato e godibile.

Il passato editoriale di Aces Games

Unglorious sarà il terzo GdR pubblicato dalla casa editrice di Simone Morini, che in passato, con il nome di Eleven Aces, ha creato il survival post atomico Nameless Land (2013) e a seguire il tesla-punk Heavy Sugar (2018). Le illustrazioni di Unglorious saranno create da Vincenzo Pratticò già art-director dei precedenti progetti di Aces Games e illustratore per le case editrici Watson, Letterelettriche e per il GdR Cabal.

Visitate la pagina ufficiale di Aces Games e continuate a seguire Turno Zero, per restare aggiornati sugli sviluppi di questo scanzonato gioco di ruolo e sapere cosa vi attende nell’Orto.